Inizio pagina

Per chi ha necessità di migliorare la digestione, depurare il fegato o ha problemi a livello intestinale, il carciofo non è solo “contro il logorio della vita moderna” ma anche un piatto utile, facile da cucinare e veloce da preparare.

In questo periodo che la primavera ci rende tutti un pò più deboli, i carciofi aiutano il nostro fegato a depurarsi grazie alla cinarina, principio attivo che stimola le funzioni epatiche, la produzione della bile e contribuisce all’eliminazione delle tossine da parte dell’organismo. In questo caso vi consiglio di consumarli principalmente crudi.

Di ricette ve ne sono veramente molte,  io li consiglio tagliati fini e conditi con olio extravergine, limone, qualche scaglia di parmigiano e una noce spezzettata, oppure tagliati a spicchi con un po’ d’aglio, del prezzemolo ed un filo d’olio e fatti soffriggere perchè possono diventare un veloce contorno o un condimento per pasta o riso.

I carciofi sono ideali per chi ha problemi a livello intestinale o fatica a digerire: mangiateli a giorni alterni perchè contengono l’inulina, la fibra che aiuta la digestione, migliora la produzione dei succhi digestivi e riduce i gas intestinali.

E’ una verdura che consiglio anche agli sportivi perchè ricca di potassio, sali di ferro e vitamine del gruppo B e vitamina C. Ha proprietà antiossidanti, aiuta a mantenere i livelli di colesterolo e trigliceridi nella norma e, grazie alle vitamine B aiuta a contribuire alla purificazione del sangue – meglio dell’EPO… :-)

Se non vi piacciono o non avete la possibilità di cucinarli, li trovate anche sottoforma di gocce (cynara scolymus) come tintura madre in erboristeria (ricordatevi sempre di chiedere il parere di un esperto prima soprattutto per i dosaggi che sono sempre una questione delicata).

Vuoi scrivere un commento?

Vai ai commenti ...

...scrivi un commento

1 Commento

Lascia un commento




(*) = campi necessari per inviare il commento