Inizio pagina

Eh si… dicembre è arrivato – e insieme a lui anche il freddo. La nebbia imperversa in pianura, le auto sono ghiacciate al risveglio e si sente che sta arrivando l’inverno… Manca poco a Natale: feste, vacanze e relax – non vedo l’ora di godermi qualche bel weekend romantico sulle piste da sci! Per essere quindi al massimo della forma e assolutamente pimpanti, vediamo su quale frutta e verdura dobbiamo puntare.

Innanzitutto, è d’obbligo un bel pieno di vitamina C tutte le mattine. Gli agrumi (arance, mandarini e clementine) continuano ad abbondare nei negozi e sui banchi dei contadini. Se li tenete in casa, conservateli in luogo fresco ma non in frigorifero per non far perdere loro tutta la succosità e consistenza. Poi ci sono i cachi: fateli maturare bene e diventano un ottimo snack da soli o come mousse con qualche biscottino al farro o integrale.

Continua anche il periodo dei kiwi, uno tra i frutti più potenti per potenziare le difese dell’organismo nelle sindromi influenzali. Grazie all’azione di ferro, rame e vitamina C, il kiwi ha un potente effetto antinfettivo e antianemico. Contribuisce anche alla fissazione del calcio nelle ossa e aiuta il nostro intestino a lavorare meglio. Indispensabile per non passare il Natale a letto con il raffreddore.

Tra le verdure, a dicembre abbiamo una new entry di spicco: i carciofi. A dire il vero, il loro ciclo naturale sarebbe autunno-primaverile, ma spesso vengono coltivati con una tecnica di forzatura che fa sì che la pianta, la Cynara, produca i primi tagli a novembre. Ad ogni modo, il carciofo è ricco di inulina, fibra alimentare ad azione prebiotica, e nutre la nostra flora batterica buona andando ad aumentare l’assorbimento del calcio e del magnesio.
Altra verdura di stagione ricca di inulina è il Topinambur (anche noto come Rapa Tedesca): particolarmente consigliato ai diabetici, veniva usato per la sua radice commestibile prima dell’avvento della patata. I tuberi di topinambur sono molto nutrienti e nella nostra cucina piemontese sono tipici con la bagna càuda e la fonduta, ma possono essere mangiati anche crudi conditi con sale e pepe.

Infine, dulcis in fundo, vi ricordo di continuare a prediligere tutti i cibi di colore bianco con particolare attenzione ai finocchi e alla crucifere di stagione (cavolfiori, cavoli e broccoli) che ci aiutano grazie al loro magico potere drenante e antiossidante.

Vuoi scrivere un commento?

Vai ai commenti ...

...scrivi un commento

1 Commento

  • barbara il 6 dicembre 2015 alle 2:46 pm scrive:

    Io sono anemica. E devo mangiare kiwui. E clemetini arance. Pomodori ….il problema che questa anemia mi. Rende la lingua piu sensibile hai gusti aspri ….e cosi nn li mangio ……questo mi e stato detto dal medico. il.problema della lingua !!!!

Lascia un commento




(*) = campi necessari per inviare il commento