Inizio pagina

Notte di pugni ieri a Montanaro! Alla ricerca di una serata alternativa di sano divertimento sono stata con i colleghi di Sport 2.0 a vedere l’incontro di boxe dell’amico Stefano Abatangelo, campione di 80Kg della categoria medio-massimi.

Non avevo mai visto un incontro di pugilato dal vivo e non credevo che fosse così emozionante: non solo per il match di Stefano, vittorioso ai punti con il croato Mirzet Bajrektarevic, ma anche per la cornice di pubblico e la location – la bocciofila di Montanaro, vicino a Chivasso, non proprio il classico palazzetto dello sport che uno si aspetta per una sfida pugilistica.

Tra gli incontri di apertura della serata c’è stato anche un match al femminile – e vi garantisco che volavano pugni veri! Spinta dalla curiosità, sono andata a parlare con Diana Cervi, 22 anni, studentessa di giurisprudenza e vincitrice dell’incontro, per sapere cosa rappresentasse per lei la boxe: “È uno sport che ha bisogno di molta concentrazione e te ne accorgi subito la sera quando non sei in forma, perchè i tuoi colpi non arrivano – ma quelli del tuo avversario sì.

Foto Massimo Pinca Sport 2.0

Foto Massimo Pinca Sport 2.0

Diana arriva dal kickboxing e ha iniziato l’attività perché era in sovrappeso. “Adesso mi alleno 2 volte al giorno: corsa al mattino e palestra alla sera. Mangio 6-7 pasti al giorno compreso uno spuntino prima di andare a dormire.”
Quanto è importante l’alimentazione? “L’alimentazione è fondamentale. Se non sono ben nutrita, non ho fiato e mi sento più pesante. Mangiare bene vuol dire sentirsi più leggeri e ragionare di più, c’è molta più lucidità.

Dopo il match, ho anche avuto modo di scambiare due parole anche con Stefano – stanco e sudatissimo, ma felice: “Per questo match – mi ha raccontato – non sono arrivato tirato-tirato perché non era valido per un titolo. Ma sono contento di come è andata ed è stato importante vincere. E poi molto presto diventerò papà e quindi sono molto emozionato.

Foto Massimo Pinca Sport 2.0

Foto Massimo Pinca Sport 2.0

Ovviamente, gli ho chiesto se aveva mangiato di più per via dell’attesa… “No, no… Ho fatto lo scarico dei liquidi per poter fare il peso. E poi carica di carboidrati il giorno prima della gara ogni 3 ore con pasta e frutta. Tutta roba naturale.”
E il bere? “Oggi avrò bevuto circa 6 litri di acqua per reintegrare lo scarico del peso. Integro anche con sali minerali, omega 3. Anche dopo la gara mi alimento sempre bene senza fare abbuffate o birre in compagnia per festeggiare. Anche perchè domani mattina alle 4 sono al lavoro.
E allora adesso, dopo l’incontro, alle 10 e mezza di sera, cosa mangerai? “Pasti liquidi per tenermi leggero oppure gelato o yogurt.”

Volevo dire a Stefano che il gelato la sera prima di andare a dormire non va bene, ma dopo averlo visto sul ring non ho avuto il coraggio di contraddirlo… ;-)

Foto Massimo Pinca Sport 2.0

Foto Massimo Pinca Sport 2.0

Vuoi scrivere un commento?

Vai ai commenti ...

...scrivi un commento

Ancora nessun commento

Lascia un commento




(*) = campi necessari per inviare il commento