Inizio pagina

Ho ripreso a bere caffè da quando le mie amiche mi invitano al bar in centro e si siedono al tavolino fuori anche se è pieno inverno e ci sono due gradi sotto zero: certo, si potrebbe bere un bel thé, una tisana aromatica o una sana e delicata camomilla. Ma inconsciamente (forse neanche tanto…) tutte aspettiamo che, come nella pubblicità, compaia George Clooney e si sieda tra noi a chiacchierare amabilmente.
Fino ad ora, com’era prevedibile, non è ancora successo (immagino si sieda comunque dentro, al caldo) e mi stavo chiedendo quanti espressi e quanti cappuccini dovremo ancora consumare prima che il nostro sogno si realizzi… Mmmhh, cappuccini, macchiati, ristretti uguale caffeina! Faranno bene?

Tanto per iniziare, 3 caffè al giorno fanno bene al nostro corpo. Come tutte le cose non bisogna esagerare altrimenti i benefici di questa bevanda diventano uno svantaggio.
Per esempio, il caffè contiene delle sostanze (acidi fenolici) antiossidanti molto potenti che lavorano sul colesterolo cattivo. Quindi in dosi moderate, aiuta a tenere pulite le nostre arterie. Se, invece, abbondiamo con la caffeina rischiamo di avere un aumento della pressione e del numero delle pulsazioni.

Un altro vantaggio del caffè è quello di aumentare l’attenzione e la concentrazione, ma se consumato in quantità eccessiva può generare ansia.

Inoltre, è uno stimolante del sistema nervoso centrale con il rilascio di adrenalina, un ormone che, per chi fa sport come me, va a facilitare la respirazione dilatando i bronchi. In più, sempre a livello sportivo, il caffè aiuta a bruciare più acidi grassi andando a ridurre il consumo di carboidrati con conseguente risparmio di glicogeno muscolare ed epatico. Lavora anche sulle fibre muscolari rendendole più elastiche e quindi più pronti a scambi di ritmo ed intensità degli sforzi.
Di contro, un consumo eccessivo di caffè va a ridurre l’assorbimento di calcio e ferro – elementi fondamentali soprattutto per chi fa sport, preso a digiuno stimola i succhi gastrici creando acidità e gonfiori a livello di stomaco e stimola la diuresi.
Occhio, in particolar modo per chi fa sport a livello agonistico, perché è considerata una sostanza vietata, dopante a dosi eccessive.

Mi consolo pensando che, in fondo, la caffeina è anche un diuretico e quindi un espresso, rigorosamente senza latte e senza zucchero :-P, è un sacrificio che si può fare in attesa del nostro amico George. Sperando che non arrivi proprio quando sono andata in bagno…

Vuoi scrivere un commento?

Vai ai commenti ...

...scrivi un commento

1 Commento

Lascia un commento




(*) = campi necessari per inviare il commento