Inizio pagina

L’altra sera ho avuto modo di fare due chiacchere sull’alimentazione degli atleti – il mio argomento preferito ;-) con due simpaticissimi campioni d’eccellenza: l’ex nuotatore e campione olimpionico e mondiale Massimiliano Rosolino ed Andrea Secchiero, campione mondiale di aquathlon, duathlon e triathlon.

L’occasione è stata l’inaugurazione del Johnson fitness store, aperto a Torino proprio in questi giorni, dove ho visto un Massimiliano ex agonista ma ancora in splendida forma. “I miei genitori 70enni, loro sì che sono in splendida forma – mi ha detto sorridendo – perché da giovani ed ancora oggi praticano regolarmente attività fisica. Da giovani hanno avuto un’educazione sportiva già a scuola praticando un’attività un pò più intensa, oggi camminano molto, tutti i giorni”.

Quanto è importante l’alimentazione per uno sportivo?Massimiliano Rosolino
L’alimentazione è molto molto molto importante per noi sportivi ma soprattutto per coloro che non praticano sport. La benzina introdotta dev’essere la migliore soprattutto se non ci si disintossica praticando sport.

E allora tu quando e cosa mangi?
Io mangio 5 volte al giorno, iniziando con un’abbondante colazione salata con pane tostato con olio molto molto buono e a volte anche due uova o del prosciutto crudo, con due snack energetici a metà mattina e metà pomeriggio con della frutta secca (mandorle, zenzero candito), a pranzo inizia sempre con un’insalata, un secondo che non superi i due etti e verdure accompagnato con pane tostato e cena sempre insalata prima, a seguire un primo piatto con verdure tipo zucchine o insalata belga o cavolfiore. E bevo sempre acqua con aggiunta di succo di limone.

Andrea SecchieroCon il triatleta Andrea, invece, abbiamo parlato anche della parte relativa alle gare ed alla preparazione in generale: ”Per me è fondamentale mangiare bene e riposare bene. Otto ore di riposo più il pisolino pomeridiano tanto amato da noi sportivi ed una alimentazione equilibrata senza eccessi. È molto importante mangiare ed integrare, non solo per recuperate l’allenamento appena fatto, ma anche per sostenere gli allenamenti successivi. E poi è necessario prestare particolare attenzione all’idratazione aggiuntiva che è indispensabile per reintegrare gli elettroliti dispersi nella corsa e ciclismo, oltre che con il nuoto. I momenti per bere durante la gara sono pochi, solo nella parte del ciclismo e tra un cambio di sport e l’altro, e quindi bisogna farlo correttamente.”

Massimiliano adesso segue più di mille ragazzi in un progetto che coinvolge le piscine di Napoli, mentre Andrea si sta già preparando per le prossime Olimpiadi di Rio dove ci auguriamo di vederlo sul gradino più alto del podio !

Foto di Nanni Sibona Tacco

Vuoi scrivere un commento?

Vai ai commenti ...

...scrivi un commento

Ancora nessun commento

Lascia un commento




(*) = campi necessari per inviare il commento