Non abbiamo tempo per cucinare a pranzo: pausa veloce in ufficio – dobbiamo mangiare qualcosa di pronto possibilmente da far scaldare nel microonde. Non sarà mai come il cibo fresco, ma come possiamo scegliere un cibo pronto un po’ meglio – o forse solo un po’ meno peggio?

Certo per vivere meglio dovremmo mangiare con calma e sempre cibi freschi e cucinati da noi ma il tempo è poco e qualche volta dobbiamo fare dei compromessi. Allora: siamo al supermercato, davanti al banco frigo o nella sezione dei surgelati: cosa dobbiamo assolutamente guardare?

1. Come sempre, la cosa più importante è leggere l’etichetta:
I cibi pronti sicuramente avranno dei conservanti e altre sostanze chimiche aggiunte per migliorare la consistenza, il sapore e il colore.
Cerca di evitare quelli che hanno molti additivi, aromi chimici ed oli vegetali come l’olio di colza – meno ce ne sono, meglio è. C’è un altro video specifico sugli additivi (clicca qui per vederlo). Guarda anche la quantità di zucchero e sale, anche per loro meno ce n’è meglio è. (qui c’è un altro video sul sale utile da vedere)

2. Occhio alla data di scadenza
Le sostanze nutrienti non sono indissolubilmente legate al cibo: col tempo vanno perdute. Per es: i cibi inscatolati perdono il loro contenuto di vitamina C, tiamina ed acido folico. Questo processo di impoverimento continua durante il periodo di immagazzinamento ed i lunghi tempi di trasporto, quindi attenzione alle date di scadenza troppo lunghe o prodotti che sono in offerta speciale perché scadono dopo pochi giorni ma la data di produzione risale a mesi, se non anni, prima.

3. Scegli la conservazione migliore
Se proprio devi scegliere, meglio i semplici surgelati, che abbiano una lista di ingredienti facile e trasparente. La tecnica di surgelazione permette la lunga conservazione senza additivi aggiunti e preserva i principi nutritivi.

4. Scegli la confezione giusta.
Meglio il vetro perché puoi vedere la qualità del prodotto all’interno ed è più igienico come anche il tetrapak che però non è semplice da riciclare – stesso discorso per la plastica. Cerca di evitare lo scatolame perché potenzialmente potrebbe rilasciare metalli pesanti nel contenuto.

Quindi, i piatti pronti non sono il massimo ma, se qualche volta proprio non riesci a fare di meglio, scegli una minestra o una zuppa surgelata ma anche legumi, verdure e contorni, sempre surgelati – leggendo bene l’etichetta. E quando puoi, prepara qualcosa la sera prima da scaldare – è più sano e costa anche meno!

Non dimenticare di andare a guardare il video sui conservanti!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2020 Vanessa Pigino | Consulente Nutrizionale | P.IVA 02582440026