Ciao! Avete aperto il frigo per prendere i formaggi da servire a tavola e hanno fatto la muffa? Potrò mangiarli o dovrò buttarli? Andiamo a vedere insieme cosa fare con i nostri formaggi.

Quando il formaggio rimane per più giorni in frigo, è normale che si formi la muffa. La muffa è segno positivo, perché vuol dire che il formaggio è stato prodotto in modo totalmente naturale, quindi non trattato. Però non tutte le muffe vanno bene – c’è muffa “buona” e muffa “cattiva”, quindi cerchiamo di capire con quale tipo abbiamo a che fare.

Le muffe “buone” sono quelle di colore blu che danno un gusto inconfondibile come nel Gorgonzola o Roquefort, sviluppandosi al loro interno. Queste muffe sono completamente prive di contaminazione batterica quindi commestibili e sicure. Poi ci sono delle muffe “buone” ma di colore bianco che si formano sulla parte esterna dei formaggi morbidi come nel caso del Camembert o del Brie. Sono formaggi definiti a “crosta fiorita” perché la crosta si forma in seguito al trattamento con funghi del genere Penicillium. In questo caso possiamo mangiare tutto il formaggio, crosta compresa.

Se non si finisce tutto il formaggio e la muffa esterna aumenta, potete usare una spugnetta leggermente inumidita con acqua tiepida, strofinate la crosta e poi la fate asciugare. Se compare sulla fetta tagliata, eliminate la fetta e potete mangiarlo.

Attenzione invece se compaiono muffe colore verde-chiaro o verde-blu perché quelle sono le muffe “cattive” quindi l’alimento infestato va buttato.
In alcuni tipi di formaggio a pasta dura, con scarso contenuto d’acqua, le muffe potrebbero formarsi sulla crosta: in quel caso basta togliere la parte colpita e gustare il formaggio tranquillamente.

Come e dove dobbiamo conservare i formaggi?

Allora: i formaggi freschi vanno collocati nella parte più fredda del frigo quindi ultimo ripiano in basso sopra i contenitori di frutta e verdura, avvolti nella carta da forno o la carta oleata ben aderente alla fetta per farli respirare.
NON metteteli nella pellicola trasparente perché il formaggio deve respirare!
I formaggi stagionati vanno posizionati nella parte meno fredda del frigorifero, quindi i ripiani in alto. Meglio conservarli mettendogli attorno un panno di cotone inumidito oppure dentro un sacchetto di carta lasciando sempre la crosta libera.

Mi raccomando: non mettete mai vicino tipi diversi di formaggi e non congelateli perché le caratteristiche olfattive e gustative si compromettono.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2021 Vanessa Pigino | Consulente Nutrizionale | P.IVA 02582440026