Inizio pagina

Domani è San Valentino e per tutti coloro che decidono di festeggiare con una cenetta romantica casalinga, ho pensato di suggerire due menù veloci da fare ma equilibrati. L’occasione è ideale per utilizzare i famosi poteri afrodisiaci di alcuni alimenti, senza dimenticare che deve essere una cena gustosa, leggera ed energetica al punto di consentire un adeguato dopo-cena… ;-) 

Per iniziare a scaldare l’ambiente serve un buon aperitivo: prepariamo un cocktail con spremuta d’arancio, melograno e del buon prosecco nostrano. Mi raccomando… un flute, non una brocca – se no la serata (e tutti i buoni propositi nutrizionali) sono già finiti prima dell’antipasto!

Parlando di antipasto: accompagnare il cocktail con delle ostriche – un classico, anche se non il più economico. Se non amate le ostriche (o avete un budget limitato) l’alternativa sono tartine ai tre sapori: una con crema al tartufo, una con olio e aglio sfregato e l’altra con una crema al peperoncino. Un antipasto veramente caliente – fate solo un minimo attenzione alla quantità di aglio…

Passiamo alla cena: partenza con un’insalatina di finocchio e carote, tritato tutto molto fine. Sarà la base della vostra coppetta accompagnata con dell’avocado a cubetti ed olive ascolane. Se avete anche le coppette a forma di cuore, siete al massimo del romanticismo.

Continuiamo con delle cozze alla marinara o delle mazzancolle su letto di rucola con scaglie di sedano e un cucchiaio di maionese fatta in casa.Se non siete amanti del pesce potete sostituire le mazzancolle con del carpaccio di carne con rucola, scaglie di sedano e parmigiano e un filo di olio extravergine, oppure delle frittatine miste rigorosamente a forma di cuore, alla salvia, rosmarino ed erba cipollina su un letto di rucola.

Dopo gli antipasti, direi di scegliere tra primo o secondo, così da non rendere troppo lunga la digestione rischiando che il vostro Principe Azzurro si abbiocchi sul divano dopo il caffè. A questo riguardo, attenzione a non esagerare con il vino: ottimo accompagnatore della cena e propiziatore del dopo-cena, ma da consumare con moderazione.

Come primi afrodisiaci direi che il risotto allo zafferano è il top. Se volete continuare con il pesce, una pasta con salmone affumicato, pinoli e una spruzzata di prezzemolo. Se invece preferite un secondo, salmone (o merluzzo) o molluschi sono un ottimo aiuto al sistema circolatorio. Come secondo di carne vi consiglio del pollo alle mandorle – e anche qui aiutiamo la micro-circolazione sanguigna (con le mandorle).

Se a questo punto siete ancora seduti a tavola ;-) giochiamoci la carta dessert: dolce leggero tipo crema di vaniglia con spolverata di cannella e cioccolato fondente e, voilà, siete pronti per la maratona di San Valentino.

Ah, quasi dimenticavo: il caffè non andrebbe proprio bene in queste occasioni, diciamo, particolari… ma se proprio non potete farne a meno, provatelo con un chicco di cardamomo (da mettere nella caffettiera): aiuterà la vostra digestione – ed il vostro alito, soprattutto se avete mangiato le tartine all’aglio. In alternativa, tisana speziata con zenzero, cannella, cardamomo e limone.

Fatemi sapere com’è andata… la cena, intendo. ;-)

Vuoi scrivere un commento?

Vai ai commenti ...

...scrivi un commento

Ancora nessun commento

Lascia un commento




(*) = campi necessari per inviare il commento