Cucinare con erbe e spezie dona ai cibi aromi, sapori e colori che li rendono unici e sempre diversi. Ma sono meglio fresche, essiccate, macinate o intere? Andiamo a scoprirlo insieme.

Le spezie e le erbe aromatiche sono un contributo essenziale alla nostra cucina e alla nostra salute perché danno sapore ai piatti in modo naturale e permettono di ridurre la quantità di sale utilizzato – perché dobbiamo ridurre il sale (c’è un altro video che spiega perché – clicca qui.)

Allora, vediamo come utilizzarle:
Erbe fresche: basilico, cerfoglio, erba cipollina, menta, origano, prezzemolo e dragoncello ad esempio. Ideali per piatti freddi, insalate o se cuciniamo piatti a cottura rapida aggiunte a FINE COTTURA tagliandole dalla pianta poco prima di usarle così da preservare le loro virtù.
Se non hai l’orto, le puoi comprare ma per essere sicuri che siano buone, prova a sentire il profumo o, al limite, assaggiala: se il sapore e l’aroma non arrivano, l’erba certamente non farà molto per il cibo che stai preparando, quindi non va bene.
Ricordati che le erbe fresche vanno immerse in una ciotola d’acqua fredda e riposte in frigorifero (così dureranno 6-7 giorni). Al momento poi di usarle, lavale rapidamente, asciugare e aggiungile intere oppure tritate (usando steli e foglie).

Le erbe essiccate, invece, in particolare maggiorana, timo e alloro vanno bene per stufati e salse che cuociono a fuoco lento per un’ora o più. Il lungo tempo di cottura consente alle erbe secche di assorbire l’umidità e aumentare il sapore. L’ideale per avere più gusto è rinvigorire le erbe PRIMA di aggiungerle agli alimenti immergendole per 10 minuti nel liquido (vino, brodo, olio o aceto) che poi si userà nella ricetta.

Oltre alle erbe abbiamo le Spezie, anche loro adatte ai cibi a lunga cottura come zuppe e stufati. Avvolgi le spezie intere in una garza o nella sfera da tè o, come nel caso dei chiodi di garofano, infilale in una cipolla in modo che possano essere facilmente rimosse dopo la cottura. Se usi le Spezie macinate il risultato migliore si ottiene se le aggiungi agli alimenti circa 15 minuti prima della fine cottura così incidono immediatamente sul sapore.

Le erbe essiccate e le spezie, sia macinate che intere, non hanno problemi di conservazione e durano minimo sei mesi, ma anche un anno. L’importante è che non siano tenute vicino ai fornelli o in ambiente caldo: mettile in contenitori ermetici puliti e non assorbenti e in una zona buia e fresca. E comunque nel dubbio, scrivi la data sul contenitori per evitare di fare poi un arrosto d’annata con rosmarino del 1996.
Attenzione solo in estate è meglio conservare le spezie a base di peperoncino (peperoncino macinato, in polvere e paprika) in frigorifero per proteggersi dalle infestazioni.

Andate a vedere il video sul sale !

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2020 Vanessa Pigino | Consulente Nutrizionale | P.IVA 02582440026